L'Osservazione,
la Riflessione,
la Rappresentazione
e la Medicina Legale

Osserviamo la realtà attraverso i nostri sensi e – filtrata dalla mente – i sensi veicolano la realtà che viene poi valutata dalla mente.
Un filtro della conoscenza è la bellezza: il principio della bellezza è uno dei grandi filtri per cui la mente dell’essere vivente filtra la realtà.
Le fotografie rendono permanente una condizione temporanea: sono immagini riflesse che stimolano la riflessione (una tazzina di caffè, l’acqua dei navigli) e la prospettiva (le convergenze e le divergenze, i punti di fuga, la strada solcata dai binari, i panorami).
Si immortalano e si fissano attimi e istanti in modo permanente e persistente (gli aerei che si incrociano, l’acqua della fontana).
Si osservano le luci, le ombre, i contrasti che disvelano profili e profondità, che spesso si nasconde in superficie.
La dinamica e la frenesia della città che cresce e si sviluppa, rallentata e fermata dalla pausa per una tazzina di caffè (che si riflette sul tavolino) ci rammenta la necessita di agire "festina lente": fermati, rallenta, per riflettere e poi procedere spedito.
"E questo ti fia sempre come piombo ai piedi per farti muover lento com'uom lasso ed al sì e al no che tu non vedi" recita la terzina dantesca dell’Aula Magna dell’Istituto di Medicina Legale.
Le immagini sono e offrono una visione mediata di una situazione e di una condizione.
Solitamente si guarda e si osserva “attraverso” e tramite, per mezzo di qualcos’altro (il display della fotocamera, la finestra, il riflesso sulla superficie dell’acqua, …).
Capita anche di guardare in una direzione per osservare ciò che si trova altrove o al di sopra: come guardare verso il basso per vedere nello specchio di una pozzanghera il riflesso degli edifici che si stagliano verso il cielo.
Talvolta si percepisce il dettaglio che rende addirittura più rappresentativa la visione di insieme: il paesaggio sulla città da Porta Nuova, il Duomo in distanza, il riflesso dell’appartamento con la sedia e la persona che osserva il quadro sulla parete.
Sono immagini che rappresentano non solo ciò che sono e che inducono a considerazioni e riflessioni e rappresentazioni mediate.
Le immagini come metafora e sintesi della sensibilità del Medico Legale, la cui comprensione degli accadimenti è mediata e avviene a posteriori, “attraverso” altro che documenta quanto accaduto in passato e che magari è stato temporaneo, transitorio, ma che risulta definito in una condizione permanente a posteriori.
Il Medico Legale che deve osservare, analizzare e comprendere una condizione generale e di insieme attraverso e tramite i dettagli e i particolari.
Il Medico Legale che deve esprimere un giudizio e una valutazione per mezzo di interpretazioni soggettive per cercare di raggiungere evidenze oggettive e questo attraverso la comprensione e l’interpretazione di singoli elementi fissati e conservati, che possono, nell’atto stesso di osservazione e analisi, non essere più quelli che sono stati.
Il Medico Legale che deve riflettere – nel senso di speculare e congetturare – sulla base di elementi parziali e dettagli di un quadro di insieme più complesso da lui non vissuto, ma che gli tocca rivivere, affinché quella condizione possa essere ricondotta alla situazione originaria che la ha generata. E non può neppure come Faust esclamare a quell’attimo: “Verweile doch! Du bist so schön!" ("fermati dunque, sei così bello”), perché quell’attimo è dolore. Altrui. Ma anche riflesso.
La sua attività è dunque la rappresentazione, sapendo che anche l’immagine più piccola può essere immensa nella sua figuratività e che l’eternità e l’infinito non consistono in un tempo senza fine, ma in un istante denso e concentrato tale da racchiudere in sé ogni condizione, sentimento e sensazione. L’uomo. La sua vita.

Claudio Spada
Presidente di Healthcare Safety and Accountability

 

 

january 2016 milan
february 2016 milan
march 2016 milan
april 2016 milan
may 2016 milan
june 2016 milan
july 2016 milan
august 2016 milan
september 2016 milan
october 2016 milan
november 2016 milan
december 2016 milan
photograph 2016 milan

 

Photo credits
Luca Enrico Sironi
https://www.flickr.com/photos/luca_sironi/

Healthcare Safety and Accountability
Via San Vincenzo n° 3 - 20123 - Milano
Ph. 02.87158413 - Fax 02.87152304
Email: info@healthcsa.org
Sede Cinese, Wenzhou
Office 3-2-P03 | The First Hospital of Wenzhou Medical University
South Baixiang Ouhai District, Wenzhou City
Provincia di Zhenjiang, PR China
Tel +86 13867 702 705 | E-mail: china@healthcsa.org
Username
Password